«Sappiamo quanto possa incidere il costo dell'energia sui conti delle imprese - ha dichiarato il presidente della Banca Popolare del Frusinate Domenico Polselli - e con questo prodotto andiamo a proporre per le imprese un ulteriore sostegno reale aiutandole a rimpiazzare i loro vecchi impianti e favorendo l'approvvigionamento energetico da fonti pulite e, nel lungo periodo, più economiche ». L'altro prodotto di punta presentato dalla Banca Popolare del Frusinate è il cosiddetto Finanziamento Terra Mia. Accedendo a tale prodotto sarà possibile ripulire e bonificare terreni, smaltire rifiuti inquinanti e pericolosi. Un plafond di 300.000 euro a tasso e a costo zero con singoli prestiti fino a 30.000 euro per progetti di recupero ambientale, bonifiche e messa in sicurezza di terreni contaminati.

Accedendo a "Terra mia" sarà possibile bonificare terreni e smaltire rifiuti inquinanti.

"Per essere sempre più vicina al territorio" - ha tirato le somme il direttore generale Rinaldo Scaccia - nostro personale qualificato è disponibile in tutte le filiali della nostra Banca per un'analisi completa delle necessità delle imprese, in particolare delle più piccole e delle più giovani, e per fornire loro ogni assistenza. Siamo un partner affidabile ed una guida sicura». La manifestazione è inserita nella Green Week 2016 della Commissione Europea. Si tratta della tre giorni più importante d'Europa per quanto riguarda la Green Economy e le Start Up. Una tavola rotonda si svolgerà alle ore 12 con relatori d'eccezione, dal titolo ‘Un nuovo network per lo sviluppo delle aree industriali del Sud-Lazio, Nord Campania ed Est Molise’.

Spazio titolo: