Siamo in Superlega! La Globo BPF Sora conquista la storica finale e accede alla massima serie

Domenica 15 maggio 2016, una data che non solo a Sora ricorderanno. Dopo 41 anni di storia e 6 annate in A2, finalmente la società fondata nel 1975, raggiunge per la prima volta la Superlega.

LA STORICA FINALE

A Vibo Valentia, in un palazzetto riempito da oltre 3.000 spettatori, con 250 supporters al seguito, la Globo Banca Popolare del Frusinate ha conquistato la promozione in Superlega Unipol Sai 2016 – 2017.
Un match che ha regalato emozioni e suspense dall'inizio alla fine di questa finale play off. Una vera finale, dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto e senza risparmiarsi. Il primo parziale è andato alla Tonno Callipo di Vibo per 25 -20 ma sono i nostri a condurre i due set successivi con i punteggi di 23-25 e 19-25. Il quarto set è davvero al cardiopalma. Dal 10 a 5 di Sora, si ritorna al 12-11 per Vibo. In un continuo rincorrersi, dove nessuna delle due compagini voleva mollare, si arriva fino al 21 pari. La prima palla match per i ragazzi di mister Colucci arriva con Hoogendoorn, ma viene annullata per un fallo fischiato dall'arbitro Turtù. Le sorti del set vengono temporaneamente rovesciate da Michalovic, che porta Vibo sul 25 al 24.
Si continua ai vantaggi nel frastuono del PalaValentia, fino a quando Mattia Rosso, leader indiscusso della formazione sorana, mette giù il pallone del 28 a 30 portando il club volsco in Superlega. L’amministratore delegato della lega pallavolo Serie A Massimo Righi, insieme a Carmelo Sestito, presidente della Fipav Calabria, hanno celebrato la promozione consegnando le medaglie a tutta la squadra ed il trofeo nelle mani di capitan Fabroni.

Una stagione superlativa

Un risultato arrivato alla fine della settima stagione di serie A2, giocata tutta con la consapevolezza che quest’anno poteva essere quello giusto. Un'annata giocata ai massimi livelli, con continue rincorse in campionato con la Tonno Callipo. I sorani hanno chiuso in testa il girone di andata a pari punti con i calabresi, classificandosi poi secondi alla fine della regular season, a solo un punto dalla Tonno Callipo, fino ad arrivar alla finale della coppa Italia A2 ad Assago, persa dai sorani contro i calabresi sul filo di lana. Il destino voleva che, dopo la finale persa ad Assago, Sora avesse la sua rivincita. Ecco che i play off, dopo quarti e semifinali contro Potenza e Tuscania, riproponevano la sfida tra i calabresi e i laziali. La Vibo parte a razzo con due vittorie e, quando tutto sembrava perduto, guidati solo dal secondo allenatore Maurizio Colucci (il coach Soli assente per gli impegni in Giappone della nazionale femminile) i ragazzi della Globo hanno avuto uno scatto di orgoglio e conquistato la insidiosissima gara 3 in trasferta, pareggiando poi i conti al Pala Polsinelli.
Il resto è storia.

Una storia iniziata nel 1975

Una società fondata da un gruppo di amici, che per anni veleggia tra serie minori e serie C. Il cambio di passo arriva con Giannetti e la sua Globo S.p.A., prima solo sponsor e poi vero artefice del rilancio della società a livello economico e manageriale. Un traguardo, quello raggiunto quest’anno, che è il frutto di anni di lavoro e di una pianificazione seria e graduale, mai dettata dalle contingenze. Dalla B2, nel 2008 si passa alla B1.
In un solo anno passa in A2 dopo i play off con Gela. Dopo l’acquisto del suo primo “straniero” si piazza al quinto posto per poi essere eliminata ai quarti da Crema nei play off. Il 2012 è l’anno dell’inaugurazione del nuovo Pala Globo “Luca Polsinelli”. Nel 2013 arrivano tanti rinforzi dalla Serie A1 e si raggiunge il terzo posto in regular season per poi uscire in semifinale nei play off. Nella stagione 2013 -2014 la squadra viene affidata a Marco Fenoglio ma i risultati non migliorano. Tanti punti anche nella 2014/2015 ma ancora non viene centrata la promozione. Nell'ultima stagione si è deciso di confermare l’ossatura della squadra e di integrare la rosa con due pezzi forti, l’opposto olandese Sjoerd Hoogendoorn e lo schiacciatore Mattia Rosso, che contribuiranno in maniera decisiva a raggiungere questo risultato tanto meritato.

Le dichiarazioni a caldo

”Questa vittoria è speciale. E' una gioia immensa. Questa società attendeva questo risultato da anni. Abbiamo vinto in un campo caldo contro una squadra forte che insieme a noi ha lottato al vertice di questo Campionato. Vincere davanti ai nostri tifosi arrivati a Vibo numerosi è davvero una cosa straordinaria».
Ha affermato Rosso. “Noi della Banca Popolare del Frusinate” ha affermato Domenico Polselli, Presidente della Banca e sponsor di maglia della formazione sorana. ”Siamo orgogliosi di aver contribuito al raggiungimento di questo magnifico risultato. Una importante realtà del territorio che stiamo sostenendo da anni e che da molto meritava la massima serie. È la fine di un percorso ed è l’inizio di una nuova avventura che vedrà i nostri atleti battersi nella massima serie. Un altro grande risultato per il nostro territorio che sa esprimere, con tenacia e competenza, eccellenze a livello nazionale”.

Categoria: 

Condividi questo post