prestito casa sicura

Salviamo i nostri borghi con "Casa Sicura", un plafond di 50 milioni per interventi preventivi di sicurezza antisismica

Mettendo a disposizione un plafond di 50 milioni di euro, la Banca Popolare del Frusinate ha confezionato un prodotto a condizioni particolarmente vantaggiose per chiunque voglia fare interventi di adeguamento sismico delle proprie abitazioni. Un miglioramento della sicurezza, della casa e delle famiglie, la tutela della storia stessa del nostro territorio, è stato il filo conduttore che ha mosso le riflessioni e le decisioni del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto bancario, che ha radici profonde nel territorio.

Come funziona il prestito?

La forma tecnica di questo prodotto, "Casa sicura", è il finanziamento, per privati e famiglie, per interventi strutturali di miglioramento sismico dei fabbricati, previo rilascio di titolo abilitativo e del nulla osta regionale, per un importo massimo concedibile di 50.000 euro, per la durata massima di 10 anni, tasso variabile all’ 1%, Floor (tasso min 1%) Cap (tasso massimo 3,5%), restituibile in rate mensili e con deducibilità fiscale del 65%.

Gli effetti economico – finanziari

I report pubblicati nell’ultimo periodo ci ricordano come la Ciociaria sia un territorio ad alto rischio sismico, dati che non possono essere ignorati se vogliamo migliorare la sicurezza di interi centri storici, preservando così non solo la loro ricchezza culturale ma la stessa incolumità dei cittadini che li abitano. Memori anche di quanto nel tempo le nostre popolazioni hanno dovuto subire per tragedie analoghe, in questo momento di emergenza e sofferenza delle popolazioni laziali, marchigiane ed umbre, il nostro Consiglio di Amministrazione, che ha cuore, testa e radici in questo territorio, ha inteso varare delle misure preventive di tutela per i propri concittadini attivando misure di intervento concreto e immediato proprio al fine di proteggere la popolazione da eventuali disastri.

Non restare inermi dinanzi a questi accadimenti

Il Direttore Generale della Banca Popolare del Frusinate Rinaldo Scaccia ha esordito dicendoci che “il personale delle nostre filiali è a completa disposizione per qualsiasi informazione e approfondimento su questo prodotto. Si tratta di un finanziamento per privati e famiglie che potrà consentire agli interessati di mettere in sicurezza casa e famiglia”. “La Banca Popolare del Frusinate” ha continuato Scaccia “è il primo istituto della nostra terra che ha scelto di non restare inerme dinanzi agli avvenimenti verificatisi negli ultimi periodi, ed ha risposto a questo appello mettendo a disposizione questo plafond di 50 milioni di euro attraverso il quale sarà possibile per gli utenti attuare misure preventive di salvaguardia delle loro proprietà immobiliari”. “La Banca Popolare del Frusinate” ha infine dichiarato il Presidente della Banca Domenico Polselli “non poteva rimanere insensibile al dramma che stanno oggi vivendo le popolazioni del Lazio, delle Marche e dell’Umbria per i lutti e le devastazioni causate dai recenti eventi sismici. Siamo una provincia ad alto rischio e il nostro Consiglio di Amministrazione ha ritenuto di operare questa scelta perché siamo tutti figli di questa terra”. “La nostra storia, le case, le chiese, gli edifici storici, anche le scuole” ha continuato Polselli “si reggono su un delicato e sempre più minacciato equilibrio. Il nostro è un territorio millenario, dove insistono anche edifici di antica costruzione”.

Superare la logica emergenziale agendo responsabilmente e per tempo sulla prevenzione. Questo in definitiva la ratio di questa misura posta in essere dalla Banca Popolare del Frusinate. Impegnarsi e lavorare per il territorio e per le famiglie che lo vivono è lo slogan che da sempre accompagna le attività della Banca Popolare del Frusinate. Attenta alle sue esigenze ed alla sua salvaguardia. “Sempre più vicino a Te” dalla sua fondazione. Da 25 anni.

Categoria: 

Condividi questo post