Last Hero - L'ultimo uomo sulla Luna

Ci sono persone che fanno cose straordinarie, altre incredibili e poi ci sono quelli che sono andati sulla Luna. Solo 12 nella storia e molti di loro adesso non ci sono più.

Veri e propri eroi che hanno giocato la propria vita alla roulette russa, basta solo pensare che la potenza di calcolo dei loro computer oggi non permetterebbe nemmeno di inviarci uno smile su whatsapp. La Banca Popolare del Frusinate e “La parola che non muore” ancora una volta assieme per scrivere una pagina storica sul territorio con la presenza in videoconferenza dagli Stati Uniti di Harrison Schmitt, “Last Hero”, l’ultimo uomo ad aver camminato sul suolo lunare. L’astronauta faceva parte della missione Apollo 17. Era il 15 dicembre del 1972 e da allora nessun essere vivente ha più messo piede sul nostro asteroide.

La tappa conclusiva per il cinquantenario dall'allunaggio

La giornata del 16 dicembre sarà la tappa conclusiva delle celebrazioni previste per il cinquantesimo anno dell’allunaggio che l’associazione “La parola che non muore” ha voluto chiudere in maniera stellare. Assieme all’astronauta statunitense, ci saranno Francesco Giordano, giovane professore del Politecnico di Bari che svolge studi per lo studio dello spazio attraverso i raggi gamma, il debunker Paolo Attivissimo che porterà nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria lo spettacolo “gabinetti nello spazio” con cui smonterà le tesi complottistiche di chi afferma che non siamo mai andati sulla Luna. A seguire sarà la volta del professore dell’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale Giovanni De Vita che tratterà i miti e le credenze legate alla luna. Una conoscenza che si tramanda dalla notte dei tempi soprattutto nel campo dell’agricoltura. A chiudere la mattinata Renato Cantore che parlerà della storia di Rocco Petrone, l’italo-americano responsabile di tutte le missioni Apollo. Il pomeriggio vedrà la presenza di Giulio Pantalei, front man del gruppo rock dei Panta e studioso di letteratura anglo americana a Cambridge. Prima del gran finale con Harrison Schmitt spazio al futuro delle missioni spaziali con le parole del futurologo Roberto Vacca.

ANTICOntemporaneo

Un appuntamento che si inserisce nell’ambito di ANTICOntemporaneo, il festival internazionale di Cassino che la banca sostiene fin dalla sua prima edizione che fino ad oggi ha portato nel Lazio Meridionale oltre 200 ospiti di caratura mondiale.

#BpfCultura #PopolareDavvero

Categoria: 

Condividi questo post