Concorso "A scuola di depurazione", BPF premia il miglior progetto di educazione ambientale


Volge ormai al termine il concorso “A scuola di depurazione” promosso dal Cosilam, il Consorzio
per lo Sviluppo del Lazio Meridionale. Il concorso ha coinvolto nell’ultimo anno varie scuole della provincia,
14 amministrazioni comunali del basso Lazio, l’Università degli studi di Cassino, la Croce Rossa Italiana e, ovviamente, la Banca Popolare del Frusinate. Il percorso seguito dalle scuole si è articolato in due fasi.
Nella prima fase i ragazzi sono stati guidati nella visita dell’impianto di depurazione delle acque
di Villa Santa Lucia da un responsabile chimico. Una seconda fase ha visto la presentazione di progetti
con a tema l’ambiente. Il miglior progetto sarà premiato domani con un defibrillatore e un corso
sul suo utilizzo da parte della Croce Rossa.

Prima il percorso poi il concorso.

Centinaia di ragazzi si sono alternati durante questi mesi nelle visite all'impianto di depurazione delle acque di Villa Santa Lucia e, con l’ausilio del chimico Roberta Parisi, hanno attraversato e visionato l’utilizzo delle vasche e l’articolato processo depurativo cui vengono sottoposte le acque reflue industriali dal loro ingresso fino a quando non vengono riversate nel rio Pioppeto. Attraverso questo progetto si è scoperto che i ragazzi sono molto attenti alle politiche ambientali – mostrando grande interesse nei confronti della natura che
ci circonda. Da una fase di analisi si è passati ad una seconda fase dove si è cercato di stimolare la creatività
e l’ingegno degli studenti. Il Cosilam ha chiesto ai ragazzi di presentare un lavoro di gruppo e le scuole hanno presentato autonomamente progetti con a tema la tutela e la valorizzazione dell’ambiente.

La premiazione, il defibrillatore

La commissione ha valutato attentamente i diversi lavori che sono arrivati e, attraverso la sommatoria
dei diversi punteggi, ha stilato una classifica che è stata dominata da Roccasecca. L’istituto comprensivo
ha conquistato il primo e secondo posto. Nella giornata di domani, alle ore 10, presso l’istituto comprensivo
di Roccasecca la Banca Popolare del Frusinate assegnerà il primo defibrillatore messo in palio per questo speciale progetto. Il presidente Polselli si congratulerà personalmente con gli autori del progetto,
con la speranza che le nuove generazioni siano sempre più attente allo sviluppo sostenibile e che le buone
pratiche ambientali prendano sempre più piede nel nostro territorio.

Categoria: 

Condividi questo post