Finanziamento da Invitalia: nuove imprese a tasso zero per giovani e donne

Da Gennaio 2016 è possibile inviare le domande di finanziamento per imprese costituite o da costituirsi ad Invitalia , l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa, per spese fino ad 1,5 milioni di euro. Il bando Nuove imprese a tasso zero è l’incentivo per giovani e donne che vogliono avviare una micro o piccola impresa, con sede su tutto il territorio nazionale. La domanda deve essere fatta
per un’impresa da costituirsi o costituita da non più di 12 mesi e come detto, composta per oltre la metà numerica e di quote sociali da giovani under 35 o da donne.

Il finanziamento

L’agevolazione prevede un finanziamento a tasso zero, ovviamente assistito dalle garanzie previste
dal codice civile, della durata di massimo 8 anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile (parliamo quindi di 1.125.000). L’impresa deve garantire la copertura finanziaria, attraverso risorse proprie
o finanziamenti esterni per il restante 25%. Gli investimenti devono essere realizzati entro 24 mesi dalla data
di stipula del contratto di finanziamento. Tra le spese ammissibili ci sono dal suolo aziendale ai fabbricati,
dai macchinari a beni immateriali come brevetti e licenze software, dalla formazione dei dipendenti
sino a consulenze esterne.

I settori finanziabili

Il finanziamento si rivolge alle aziende che operano nella produzione di beni nel settore dell’industria dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli; nella fornitura di servizi alle imprese
e alle persone e al commercio di beni e servizi. Il finanziamento di Invitalia si rivolge anche a quelle aziende
che operano o opereranno nel turismo, come l’attività della filiera turistico-culturale, finalizzate alla valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico oltreché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

Come richiedere il finanziamento

Per richiedere il finanziamento è necessario:

  • Registrarsi ai servizi online di Invitalia indicando una casella di posta ordinaria
  • Accedere al sito riservato per compilare direttamente online la domanda,
    caricare il business plan e tutta la documentazione

È necessario inoltre disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta certificata.

Alcuni consigli per la compilazione


Controlla i requisiti e rispetta i limiti di spesa.

Verifica con attenzione di avere tutti i requisiti necessari e verifica che la tua idea sia realizzabile e sostenibile con una spesa non superiore al limite di 1,5 milioni di euro. Può coprire il 75% delle spese totali al netto dell’Iva.
Il restante 25% dovrà essere sostenuto con spese proprie.

Identifica ruoli e competenze. Distinguiti.

I soci devono avere competenze adeguate alla realizzazione
del progetto di impresa.
È importante identificare la funzione di ciascuno e non lasciare ruoli scoperti. Nel business plan devono essere identificate le caratteristiche distintive del tuo prodotto.

La presentazione del progetto e il colloquio

La forma in un progetto pubblico, è sostanza. Ogni errore di forma potrebbe invalidare la domanda, fai attenzione. Importante è poi
il colloquio con gli esperti di Invitalia. Prepara il colloquio con cura per presentare il progetto imprenditoriale e spiegare il progetto in maniera convincente.

Categoria: 

Condividi questo post