Bando INAIL sicurezza sul lavoro: fondo perduto al 65% per macchinari impianti e rimozione eternit

Nuova opportunità per le piccole e medie imprese che hanno bisogno di fare investimenti per la sicurezza sul lavoro. A proporli è l’INAIL , nella sesta tranche dei contributi a fondo perduto concessi sin dal 2010 per progetti che migliorino il livello di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Nel nuovo bando ISI, tra le novità, c’è il finanziamento della bonifica da materiali contenenti amianto. La sicurezza sul lavoro in Italia è normata dal Dlgs.81/80 o testo unico sulla sicurezza e sul lavoro, che stabilisce regole e misure per rendere più sicuri i luoghi di lavoro. La normativa come potete immaginare è abbastanza complessa ma può essere riassunto come il complesso di provvedimenti e misure che vanno ad analizzare i rischi e che prevedano tutte le misure preventive necessarie a tutelare la salute e i rischi del lavoratore.

Beneficiari:

I beneficiari sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) ad eccezione di quelle agricole, della pesca, acquacolture e il settore carbonifero.
Le imprese possono essere ubicate su tutto il territorio nazionale ma devono essere operative nella regione in cui presentano l’istanza.

Progetti e spese ammissibili

I progetti finanziabili sono quelli che:

  • Sono volti al miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori
  • Per l’adozione di nuovi modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • Per le bonifiche da materiali contenenti amianto.

Per quanto riguarda le spese ammissibili, abbiamo l’acquisto diretto di macchinari, impianti, attrezzature, spese tecniche, finalizzati alla riduzione eliminazione-prevenzione di infortuni e/o rischi specificatamente individuati del Documento di valutazione rischi, in sostituzione di beni già esistenti.
Non sono ammessi a finanziamento imbarcazioni, mobili ed arredi, hardware e software

Presentazione domande: Le domande possono essere presentate fino al 5 maggio accedendo alla sezione “accedi ai servizi” sul portale dell’INAIL.

Contributi e spese

Una volta accettata la domanda, dopo tutte le verifiche necessarie, di carattere tecnico - amministrativo, e la conseguente realizzazione del progetto, si otterrà un contributo in conto capitale pari al 65% delle spese sostenute dall'impresa per la realizzazione del progetto al netto di IVA, con un investimento minimo di 5.000,00 e massimo di 200.000,00 euro, con un massimo erogabile di 130.000,00 euro. Dalla spesa minima di 5.000,00 euro sono escluse le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di nuovi modelli organizzativi o di social responsibility.

Assegnazione risorse

Le risorse disponibili (276.269.986 euro) sono ripartite in singoli avvisi regionali e pubblicati sul portale dell’INAIL. L’assegnazione delle risorse è fino ad esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Per progetti di importo pari o superiore a 30.000,00 euro di investimento ammissibile, anticipazione fino al 50% del contributo concesso su presentazione di fidejussione bancaria o assicurativa.
In un’ottica di totale trasparenza delle procedure, gli elenchi di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale INAIL con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo

Categoria: 

Condividi questo post